SPORT, BLOCKCHAIN E NFT: I NUOVI RICAVI DIGITAL


I club sportivi sono sempre alla ricerca di nuovi introiti e negli ultimi anni si stanno affermando nuove tecnologie in grado di garantirli. Oltre ai classici introiti matchday, commerciali e broadcasting (si pensi al calcio professionistico ma anche agli altri sport più popolari) si potrebbe presto vedere una fetta rilevante di proventi "digital". In particolare, oltre alla straordinaria crescita degli eSports che non è oggetto di questo capitolo, l'altro grande mercato in ascesa è quello legato alla blockchain e lo sport sembra essere un ottimo settore d'applicazione, ad esempio tramite gli NFTs, non-fungible tokens.

DI COSA PARLIAMO

Per chi ancora non li conoscesse, parliamo di token unici (o ad edizione limitata) non replicabili e protetti dalla tecnologia blockchain, in pratica questi token vivono sulla rete ethereum o di altri strumenti digitali che ne garantiscono trasparenza e transazioni sicure ed istantanee. Con questo strumento è possibile creare opere d'arte digitali, oggetti collezionabili, giochi online basati su forniture di cards o altri elementi in edizioni limitate. 

All'inizio del 2021 c'è stato un vero boom degli NFTs, alcuni esempi sono il tweet "tokenizzato" di Elon Musk, l'opera d'arte di Beeple venduta a quasi 70 milioni di dollari, o le figurine autografate del giocatore di NFL Gronkovski che, complessivamente, hanno anch'esse superato il milione.

LE BEST PRACTICES NELLO SPORT E NEL CALCIO

Le grandi organizzazioni sportive hanno fiutato il potenziale, Formula 1 e MotoGP hanno creato un gaming basato su NFT in collaborazione con Animoca che sta avendo un ottimo successo, numeri ancora maggiori per i video "tokenizzati" delle migliori giocate vendute da NBA top shots. Anche tennis, golf e sport di combattimento hanno visto i primi ricavi derivanti da questa nuova opportunità.

Nel calcio, vista la grande fan base mondiale, l'opportunità di monetizzazione è probabilmente la maggiore fra tutti gli sport. Basti pensare che con questo strumento un club potrebbe avere in maniera sicura e senza rogne burocratiche una percentuale di ogni singola transazione legata ad un proprio NFT per sempre, o meglio finchè esisteranno le reti digitali di supporto. Per ora non è stata sfruttata direttamente da club o leghe ma ci sono diverse aziende che operano nel settore come Socios, che vende gettoni (token) che permettono di partecipare alla vita del proprio club del cuore prendendo decisioni (seppur secondarie) e vincere premi, oltre che fare trading dei token, che diventano così paragonabili ad azioni del club, attraverso la piattaforma di exchange Chiliz. Socios ha la licenza ufficiale di decine di club tra cui quasi tutti i più grandi al mondo ma anche qualche piccolo club innovativo in questo senso, come il Novara (Serie C) in Italia. 

SORARE, IL FUTURO DEL FANTACALCIO E DEL COLLEZIONISMO

Un'altra azienda che vive di blockchain ed in particolare NFTs che sta crescendo molto rapidamente è Sorare. Si tratta di una piattaforma di fantasy game, simile al nostro fantacalcio, con licenza ufficiale di centinaia di clubs, che offre cards collezionabili per partecipare al gioco e fare trading in un vero e proprio contesto calciomercato. Ci sono carte di valore da uniche (1 sola versione) a rare (100 versioni per quel giocatore), più carte comuni che vengono regalate e che garantiscono poi punteggi minori nel gioco. Per chi volesse provarlo, con questo link a invito dopo i primi 5 acquisti otterrebbe una carta rara in omaggio, utilizzabile nel gioco ma anche vendibile sulla piattaforma a prezzi non trascurabili come collectible.

Sorare, nata a Parigi, ha raccolto oltre 40 milioni di euro in un round lo scorso mese, parliamo di cifre da Silicon Valley indipendentemente dal settore per un'azienda che ha solo 2 anni di attività, con questi investimenti tutto lascia pensare che non sia un fuoco di paglia ma, se ben gestito, sia questo il futuro del fantacalcio e del collezionismo delle figurine/cards legate ai calciatori, e chiaramente estendibile ad altri sport e atleti idoli. 

In questo contesto, i club, le leghe e le federazioni sportive sono chiamate ad ingegnarsi ed essere creativi, per non perdere questa grande opportunità, di cui al momento è difficile stimare un valore per i prossimi anni e decenni, ma è certo che ad oggi già produce nuovi ricavi digital per chi si è lanciato nel settore, ed è uno strumento per monetizzare direttamente la propria fan base e coinvolgerla sempre di più, cercando di capirla e di offrirgli un nuovo prodotto innovativo.


Logosportrend 3/21

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.